I video-annunci delle strage nelle scuole e i profili online dei killer (Finlandia Jokela e Kauhajoki, Stati Uniti da Columbine a Virginia Tech)

La seconda strage nelle scuole di Finlandia in meno di un’anno. Un video per annunciare l’aggressione, un profilo online per esprimere rabbia e lodare le strage precedenti – queste stanno diventando le pratiche comuni dei giovani mass-killer. Intanto, le reti sociali censurano i profili dopo la strage accaduta, cancellando traccie e possibilità delle persone di imparare i tratti comuni dei giovani opressi che stanno per entrare nella storia uccidendo più persone gli riesce.

Lo studente finlandese Matti Saari, suicidatosi il 24 settembre dopo aver sparato 10 compagni di scuola a Kauhajoki, Finlandia, aveva caricando dei video su Youtube annunciando la sparatoria.

Come in altri casi simili, Youtube ha sospeso il profilo dell’utente poche ore dopo la strage, cancellandone tutti i contenuti. Alcuni media tradizionali, comunque, pubblicano i contenuti dei video anche dopo la cancellazione del materiale originale (CNN, BBC, Corriere). In questo modo, si ha a che fare con una situazione anomala- il materiale caricato sulle reti sociali, non può essere consultato nel contesto originale ma solo tramite i media tradizionali. Rimane la domanda se il materiale nocivo su Youtube non sia nocivo anche su altri media (CNN; BBC), e se anche l’informazione sulle sparatorie nei mass media può “influenzare” e “dare idee” ai giovani che ne siano esposti (nello stesso modo in cui, presumabilmente, lo potrebbero fare i stessi contenuti visti nelle reti sociali).

Una screenshot del profilo YT di Matti Saari pochi momenti prima della sospensione

Una screenshot del profilo YT di Matti Saari pochi momenti prima della sospensione

Inoltre, una ricerca avanzata rivela che gli utenti stessi siano ben allenati riguardo alle politiche di censura delle piattaforme sociali: quasi sempre c’è qualche utente più veloce dei moderatori del sito che riesce a fare il cosidetto “mirror page”, prima dell’annullamento del profilo. Così, nel caso di Dillon Cossey, accusato di aver progettato una sparatoria nella sua università a Pennsylvania a Marzo 2008, il suo profilo Myspace che conteneva omaggi ai killer della Columbine High School, fu doppiato prima del intervento della rete sociale.

Il 7 novembre del 2007, sempre a Finlandia, 18enne Pekka-Eric ha ucciso 9 persone prima di suicidarsi: i contenuti del suo profilo Youtube furono ripresi non solo dai media tradizionali, ma anche da tanti utenti Youtube. In specifico, il profilo finnblues, presumibilmente creato dai genitori di Pekka-Eric, riporta i video originali cancellati dopo la sparatoria (esclusi quelli che annunciano lo strage).

Soto, un e screenshot del suo profilo prima della sospensione, incluso il video caricato da Pekka-Eric ore prima della strage con il titolo Jokela High School Massacre 07/11/2007:

Profilo YT di Pekka-Eric- il ragazzo ci accede per l’ultima volta 2 ore prima della strage

Nella strage a Virginia Tech University nel 2007, il killer Cho Seung Hui spedisce l’ultimo messaggio-giustificazione alla rete televisiva NBC, poche ore prima della sparatoria:

(Uno studente della Virgininia Tech, testimone della strage, gira un video con il suo cellulare e lo carica sul sito citizen journalism della CNN – Ireport )

La lista dei strage nelle scuole sta diventando sempre più lunga, con il primato delle scuole americane. Le reti sociali si sono dimostrate un luogo di espressione dei giovani killer- le giustificazioni e le motivazioni spesso si trovano nei loro profili Myspace, Youtube e/o Facebook. Un “punto di riferimento e di ammirazione” per Pekka-Eric, per Dillon Cossey e per il protagonista dell’ultima strage Matti Saari, sono Eric Harris e Dylan Klebold : gli autori della notoria strage a Columbine High School, Colorado, il 20 aprile 1999. (Michael Moore e Gus Van Sant hanno girato i film dedicati alla strage: Bowling for a Columbine e Elephant, rispettivamente). Sui profili di tutti e tre ragazzi (Pekka-Erci, Matti Saari, e Cossey) si trovavano omaggi ai killer della Columbine. Inoltre, l’avvocato di Dillon Cossey ha rivelato di recente che Dillon era in contatto con il killer finlandese Pekka-Eric, e che i due avevano parlato della strage di Columbine tramite Myspace.

Columbine High School, 20/04/1999 (sopra).


Annunci

2 Risposte

  1. Buon servizio Nela!
    Apre o meglio riapre la questione se i video online spingano all’emulazione e se sia corretto o meno cancellare gli account degli autori delle stragi da parte dei moderatori.
    Una gran bella domanda. Soprattutto se si pensa che su quasi ogni canale televisivo e quasi a ogni ora ci sono un sacco di trasmissioni basate sulla violenza. Le produzioni fiction non hanno quasi più limiti!
    Mentre per i reportage giornalisti ce da fare ben altro discorso, sulla violenza in TV sono convinto che la battaglia per l’audience (e la pubblicità) sia la principale responsabile. Ma questo incide sui comportamenti reali?
    Temo di si…
    Dvd

  2. Ops. Continuo il commento di sopra (non era terminato…).
    Quindi, ammettendo che la violenza nei media possa in qualche modo essere considerata “spettacolo”, significa che ha la violenza (anche se simulata) ha una suo appeal e quindi addirittura una sua legittimità.
    Anche se questo è un po’ difficile da digerire, credo che sia sotto gli occhi di tutti.
    Ma ce modo e modo per rendere la violenza (anche quella vera) nei media. E, il modo migliore, a mio modesto avviso, è farla apparire come in realtà è: sempre e comunque odiosa!
    E questo vale anche nei Nuovi Media.
    Ma molto, infine, dipende dalla maturità e dall’equilibrio di chi guarda.
    Dvd

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: